L’articolazione femoro-acetabolare ha un ruolo di rilievo nel sostegno del peso corporeo, essa è un’articolazione sferica e per questo possiede molteplici gradi di movimento; quando la biomeccanica articolare viene a modificarsi si verificano una serie di condizioni atte ad instaurare quadri patologici tra i quali:

 ARTROSI DELL’ANCA

L’artrosi dell’anca è una patologia degenerativa che determina l’usura della cartilagine articolare spesso quando sono presenti fattori predisponenti come: eccessivo peso corporeo, carichi eccessivi e microtraumatismi a carico dell’articolazione dovuti a gesti atletici ripetitivi. Spesso l’infiammazione cronica determina anche un ispessimento della capsula che limita i movimenti dell’anca con insorgenza di dolore.
Il trattamento conservativo, consiste in fisiochinesiterapia e in idrochinesiterapia in piscina, mirate ad aumentare l’escursione articolare e ridurre il dolore. Nel nostro centro troverete a disposizione inoltre le più innovative terapie fisiche (Vibra, Dynamix, LuXXamed) che vi aiuteranno a ripristinare la vostra funzionalità prepatologica.

 IMPINGEMENT FEMORO-ACETABOLARE

Si definisce con questo termine un esagerato contatto tra le due superfici articolari (femore e acetabolo) spesso causato da patologie congenite o acquisite dell’anca. Un impingement non curato può indurre una precoce patologia artrosica a carico dell’articolazione.
Nel nostro poliambulatorio potrete trovare a vostra disposizione, personale formato in terapia manuale che vi potrà aiutare a risolvere la patologia primaria e ad agire come prevenzione su quella degenerativa secondaria.

 MORBO DI PIAGET

Questa patologia è caratterizzata da un’alterazione del tessuto osseo con aumentata attività degli osteoclasti e osteoblasti responsabili del turnover osseo che determinano un aumento del volume osseo e una diminuzione della sua rigidità esponendo il paziente ad un maggior rischio di fratture.
La terapia è per lo più medica e di solito i Bisosfonati danno buoni risultati nel controllo della patologia.